La schiena va a scuola – Riassunto attività 2014-2015

L’anno scolastico 2014-2015 sta per volgere al termine e, con esso, anche la QUARTA EDIZIONE del Progetto “LA SCHIENA VA A SCUOLA: PRIME REGOLE PER RISPETTARLA”. Quello che si sta per concludere è un anno davvero importante per l’iniziativa di A.I.FI. Grazie al prezioso impegno di molti Associati, è stato raggiunto un numero di Istituti scolastici, bambini, genitori, insegnanti e dirigenti di tutto rispetto, numeri mai visti fino ad ora.

Ecco i numeri di quest’edizione super:

17 i FISIOTERAPISTI FORMATORI

35 le SCUOLE PRIMARIE (SP) che hanno aderito.

Eccole nel dettaglio: SP di Scurelle, SP di Caldonazzo, SP di Baselga di Pinè, SP di Ravina, SP di Andalo, SP di Molveno, SP di Fai della Paganella, SP di Spormaggiore, SP di Madrano, SP di Canale, SP di Susà, SP “G. Rodari” di Pergine, SP di Marter, SP di Telve, SP di Novaledo, SP di Roncegno Terme, SP di Predazzo, SP di Tesero, SP di Panchià, SP di Varone (Riva del Garda), SP “A. Zadra” Riva del Garda (Rione Degasperi), SP di S. Alessandro (Riva del Garda), SP “G. Segantini” di Arco, SP di Massone, SP di Bolognano, SP di Romarzollo, SP di Pellizzano, SP di Cogolo, SP di Mezzana, SP di Ossana, SP di Vermiglio, SP di Mori, SP di Romeno, SP di Sarnonico, SP di Fondo. 

55 le CLASSI incontrate 

1008 i BAMBINI che hanno conosciuto SuperFisio ed apprezzato i suoi preziosi insegnamenti 

69 gli INSEGNANTI coinvolti 

256 i GENITORI che hanno partecipato all’ incontro loro dedicato. 

Ovunque sono stati raccolti riscontri positivi e apprezzamenti per il valore dell’iniziativa, i contenuti, gli strumenti didattici e per la competenza dei formatori.

Visti i risultati raggiunti, ci aspettiamo che la richiesta di attivazione dell’iniziativa da parte degli Istituti scolastici aumenti, per questo dobbiamo essere pronti.

Carissimi Colleghi, AIFI Trentino Alto Adige vi rivolge un invito a mettervi in gioco, lasciandovi coinvolgere in questa iniziativa. Non sono necessarie particolari competenze o abilità. Ogni Fisioterapista può aderire al Progetto, dedicandovi un po’ del proprio tempo.

Obiettivi del Progetto sono: sensibilizzare il bambino sull’ importanza dell’igiene posturale e di una corretta gestione dello zainetto e sensibilizzare il contesto scolastico e le famiglie nella promozione di comportamenti e stili di vita corretti, utili nella prevenzione delle malattie del rachide dei preadolescenti.

L’iniziativa è rivolta agli alunni delle classi quinte della Scuola Primaria, alle rispettive famiglie e agli insegnanti e si scandisce in due momenti:

– un incontro con i genitori e gli insegnanti in cui si presenta in dettaglio l’iniziativa e si focalizza l’attenzione degli adulti coinvolti sulla delicata fase di crescita del bambino, come momento critico per il possibile sviluppo di alterazioni della colonna vertebrale;

– un incontro con gli alunni (della durata di due ore): un’ora da dedicare ai contenuti teorici e un’ora da dedicare ad attività pratiche.

I Fisioterapisti, soci A.I.FI., aderiscono al Progetto a titolo volontario e gratuito ed esprimono preferenza per gli Istituti scolastici in cui svolgere il loro intervento.

A settembre avrà luogo un incontro per tutti i formatori, il cui obiettivo è fornire gli strumenti necessari per la realizzazione del Progetto “La schiena va a scuola” e passare alla fase operativa.

Se desiderate diventare formatori o semplicemente conoscere di più l’iniziativa, contattate la referente Regionale del Progetto Michela Pancheri all’ indirizzo referentetrentoatnaa@gmail.com.

Le adesioni di collaborazione saranno raccolte fino al 12 luglio 2015.

 

Submit a Comment